Emanuele Luzzati

Emanuele Luzzati

Emanuele Luzzati

Links:

Il Museo Luzzati di Genova. Maestro del Palio 2005:
Emanuele Luzzati.
Emanuele Luzzati.
Il Milione di Marco Polo.


Emanuele Luzzati

Emanuele Luzzati (Genova, 3 giugno 1921 Genova, 26 gennaio 2007) è stato un pittore, animatore, illustratore e scenografo italiano.

Ai suoi lavori usava dare un'impronta tipica del mondo del teatro, arricchendo le scene con fondali, sipari e quinte. Il suo tratto peculiare è stata la visionaria e trascinante creatività coloristica capace di trasformare ogni fotogramma in illustrazione.

È stato anche ceramista e decoratore.

La sua opera più conosciuta - fra le molte - è sicuramente il mediometraggio Il flauto magico (vedi a lato). Fra i suoi principali lavori per il cinema figurano anche i titoli di testa dei celebri film di Mario Monicelli L'armata Brancaleone e Brancaleone alle crociate.

Diplomatosi all'Ecole des Beaux Arts di Losanna (dove si era trasferito in seguito alla promulgazione delle leggi razziali in Italia), ha esordito nel mondo della animazione nel 1960 con il cortometraggio I paladini di Francia, in collaborazione con Giulio Giannini, con il quale in seguito ha prodotto poi numerosi film a disegni animati tra i quali: Castello di carte del 1962, La gazza ladra del 1964 (premiato al Festival di Annecy), Alì Babà, Turandot e Pulcinella (che ha ottenuto una nomination ai Premi Oscar nel 1974 nella categoria dedicata ai soggetti per film di animazione).

Ha realizzato bozzetti per i più importanti teatri italiani e stranieri. Da ricordare le sue collaborazioni con il London Festival Ballet, con il Glyndebourne Festival, con la Chicago Opera House e con la Staatsoper di Vienna.

Si è occupato anche di illustrazione per l'infanzia producendo alcune opere di cui è autore anche del testo letterario (Tarantella di Pulcinella, I tre fratelli) e illustrando le fiabe italiane di Italo Calvino nonché diversi testi e filastrocche di Gianni Rodari. Ha illustrato, nel 1976, "Dodici Cenerentole in cerca d'autore" di Rita Cirio dal quale Gennaro Vitiello ha tratto lo spettacolo "La storia di Cenerentola à la manière de...".

Con il regista Tonino Conte è stato autore di numerosi spettacoli teatrali dedicati all'infanzia.

Luzzati è stato inoltre l'autore del logo del Palio di Asti per il quale, come uno dei maestri del Palio, ha realizzato i drappi offerti alla Collegiata di San Secondo e al vincitore della corsa, negli anni 1983 e 2005.

Nel porto antico di Genova è attivo da inizio anni duemila un museo che porta il suo nome.
Emanuele Luzzati
Il Milione di Marco Polo
Emanuele Luzzati Emanuele Luzzati
Bozzetti creati per il Palio di Asti